Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, saprà che Aldo Ottavis ha dedicato gran parte delle sue energie al sociale. Oltre che nostro socio fondatore, è stato consigliere dell’Istituto per la Ricerca e la cura del Cancro di Candiolo, socio attivo del Rotary Club Torino Sud Est, promotore di Pavarotti & Friends e dell’Orchestra Filarmonica della Rai e di tanti altri progetti musicali e di volontariato…
Un imprenditore particolarmente sensibile alle esigenze dei giovani e al loro futuro, professionale e/o manageriale, non solo nel “profit” ma, soprattutto, nel nonprofit. Per questo motivo, assieme a Federico Maggiora e a Pierluigi Amerio, diede vita nel 2013 all’Accademia di Progettazione Sociale Maurizio Maggiora, di cui è stato, oltre che fondatore, anche Consigliere e membro della Commissione di Controllo Costi.
Nei principi fondanti dell’Accademia si ritrovano alcuni valori nei quali Aldo ha sempre creduto: l’impegno per la società, la dedizione per gli altri, la visione per il futuro e il “servire” in modo innovativo. Su queste fondamenta si basano la forza e la vitalità di Accademia, che Aldo ha voluto fortemente. Una persona che si è sempre impegnata per l’innovazione sociale, lo sviluppo del territorio, l’aggregazione e la solidarietà.
Vogliamo ricordare un grande uomo la cui vita ci ha reso consci dell’importanza di guardare sempre avanti. La sua intraprendenza, propositività, tenacia e il suo grande entusiasmo hanno lasciato un segno indelebile in tutti noi e ci spronano quotidianamente a essere sempre testimoni di quanto l’impegno per il bene comune generi un cambiamento positivo nella società.