Il 29 e 30 giugno è andata in scena la seconda edizione del Contest “Progettare il cambiamento sociale” organizzata dall’Università di Torino e dall’Accademia Maurizio Maggiora,  grazie al sostegno di Compagnia di San Paolo e in collaborazione con Socialfare, Centro per l’Innovazione Sociale. Aziende partner di questa tappa sono state  Comitato Matrice, promotore di coesione sociale e sviluppo territoriale, e Synapta, start-up informatica leader nella gestione dei dati aziendali.

Le sfide sottoposte a neolaureati magistrali dell’Università di Torino hanno toccato un tema particolarmente sentito dai ragazzi: le nuove povertà giovanili. In particolare, si chiedeva ai candidati di rispondere ad alcuni particolari bisogni: “Come combattere i giocatori seriali attraverso un nuovo servizio di prevenzione che reintegri questi giovani all’interno della società e della famiglia?” e “Come agevolare l’uscita dei giovani dalla situazione di NEET?”.

Per quanto il tema fosse molto delicato, i partecipanti sono riusciti, con l’aiuto dei facilitatori di Accademia, a trovare soluzioni molto interessanti e ad alto impatto sociale che hanno trovato anche il favore delle aziende partner, le quali sono rimaste entusiaste della metodologia proposta.

Al termine del Contest, 2 sono state le vincitrici dello stage, ragazze che hanno dimostrato grinta, tenacia e grande capacità progettuale. Tutto si è svolto nella cornice di Rinascimenti Sociali.