Generare cambiamento è una missione che richiede continui sforzi di adattamento alle realtà e ai contesti in cui operiamo. Si tratta di vere e proprie sfide che Accademia ha sempre accettato di affrontare.

Una delle ultime sfide che ha visto coinvolti moltissimi soci di tutta l’associazione, è stata adeguare la mission e l’identità di Accademia alle evoluzioni intercorse in questi 5 anni. Un lavoro che  stato possibile solo grazie al prezioso contributo di tutti.

Il punto di partenza: l’analisi del nuovo, di tutto ciò che è cambiato oppure si è evoluto in questo quinquennio di sviluppo. Tale percorso di ragionamento è stato accompagnato anche dal punto di vista metodologico: da tecniche di design thinking al brainstorming per individuare le terminologie più adeguate e arrivare alla definizione delle proposte di aggiornamento delle mission, da quella associativa a quelle delle Aree. Nulla è stato lasciato al caso, dalla riflessione sui contenuti al confronto sulle proposte, dalla “metabolizzazione” delle novità da parte dei Referenti di Area alla validazione da parte del Consiglio Direttivo, dalla realizzazione di focus group tematici alla finalizzazione (e rendicontazione) di questo importante progetto strategico. È proprio la valutazione dell’impatto generato da tale intervento sia all’interno sia all’esterno dell’Associazione che ha contraddistinto la fase finale di questo percorso.

Le molte nuove proposte sono state valorizzate dal Coordinamento Comunicazione non solo dando visibilità sul sito internet (passaggio ovviamente obbligato dopo l’approvazione del Consiglio Direttivo) ma anche avviando un percorso guidato di “consapevolezza” all’interno delle Aree che vedrà impegnata l’Associazione per tutto il 2019. Veri e propri momenti di condivisione e di “messa a terra” di azioni concrete di cambiamento che sanciranno la nascita dell’Accademia 4.0 e la fine definitiva dello start-up dell’Associazione.

Filippo Tamietti